Fu un vero e proprio sabotaggio il danneggiamento alla cabinovia di Prati di Tivo. I carabinieri del Ris hanno scoperto infatti che i cavi elettrici della cabinovia erano stati tagliati con una tenaglia lo scorso febbraio.

“Sapere che c’e’ stato un sabotaggio reale, dopo tutto lo sforzo profuso per riaccendere una piccola speranza,è grave. Qui creiamo un danno alla Comunita’ Montana, non ai gestori” ha commentato il Presidente della Provincia di Teramo, Diego Di Bonaventura.

La cabinovia di Prati di Tivo ha riaperto tutti i giorni al pubblico lo scorso 15 giugno. Un impianto strategico per raggiungere il Rifugio Franchetti dal versante teramano e in particolare il Corno Piccolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *