Un architetto romano di 33 anni è morto domenica 7 luglio mentre arrampicava in parete tra Rocca di Mezzo e Rocca Canterano. Vani i disperati tentativi di soccorso e il trasporto in eliambulanza al Policlinico Umberto I dove è poi deceduto per i traumi riportati. La vittima si chiama Mario Cutuli.

La tragedia si è consumata nella tarda mattinata di domenica. L’architetto 33enne era impegnato in un’arrampicata assieme ad un amico. Per cause ancora in fase di accertamento, ha perso la presa ed è precipitato per un’altezza di circa 20 metri cadendo sulle rocce sottostanti.

L’alpinista – dopo le primissime cure urgenti sul posto e il successivo posizionamento sulla barella per il recupero tramite verricello – è stato prelevato dall’eliambulanza del 118 della Regione Lazio con a bordo il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino ed elitrasportato in codice rosso al Policlinico Umberto I di Roma, dove è deceduto poco dopo. Sul posto per le operazioni di soccorso – oltre agli operatori del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico – CNSAS – anche gli uomini dei Vigili del Fuoco e il personale sanitario del 118 locale.

Aggiornamento 13 luglio 2019

Trapelano indiscrezioni sulla dinamica dell’incidente, potete leggerne in questo articolo su pareti: https://pareti.it/muore-nel-lazio​-sfilando-una-sosta/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *