Stagione sciistica a rischio a Monte Livata. Lo scorso 23 ottobre il comune di Subiaco ha ricevuto il sequestro di aree limitrofe alla stazione di Monna dell’Orso in quanto le stesse risulterebbero gravate da usi civici. A far scattare il provvedimento da parte del Commissario degli usi civici per le Regioni Lazio, Umbria e Toscana è stato un esposto denuncia del titolare della società Neve srl e un commerciante di Monte Livata.

L’indisponibilità dei terreni e delle conseguenti strutture se prolungata nel tempo rischia di compromettere la prossima stagione sciistica. La sussistenza degli usi civici, in corso di verifica, sarebbe presente sin dal 1977 e non è compromessa dalla stazione sciistica.

Sul caso si è espressa la società Livata 2001 srl che gestisce gli impianti.

“Le strutture realizzate, e in corso di realizzazione a Monna dell’Orso a opera della Livata 2001 – fanno sapere dalla società tramite un comunicato stampa – hanno ricevuto tutte le autorizzazioni paesaggistiche e urbanistiche necessarie per la loro edificazione e ogni azione messa in campo dal concessionario risulta essere nella piena legittimità. La nostra società tutelerà in tutte le sedi opportune eventuali pregiudizi economici che possano derivare dai ritardi all’avvio delle proprie attività, oltre che procederà immediatamente a tutelare la propria reputazione aziendale da campagne di disinformazione. La Livata 2001 in quanto parte lesa sta lavorando di concerto con il comune di Subiaco affinché l’ente comunale possa rientrare in possesso delle aree oggetto di sequestro, in modo da poter consentire il rispetto delle concessioni in corso. Ci auguriamo quanto prima che queste azioni volte a impedire investimenti ecosostenibili finalizzati alla valorizzazione turistica e ambientale di Monte Livata cessino immediatamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.