È stata trovata morta stamattina la donna dispersa da ieri, giorno di Natale, sul Gran Sasso. Intorno alle 8 del mattino Franca Di Donato, 49 anni, è stata avvistata nel Vallone dei Ginepri a quota 2.500 metri slm. Stando a una prima ricostruzione effettuata dal Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo, probabilmente la morte è stata causata da un distaccamento nevoso.

L’elicottero del 118, partito dalla base di Preturo (L’Aquila) stamani all’alba, sta provvedendo in queste ore al recupero.

L’allarme è scattato ieri, intorno alle ore 18, quando i familiari hanno contattato il 118 per il suo mancato rientro. La donna era salita in montagna per scattare delle fotografie, una delle sue grandi passioni oltre all’escursionismo, avvisando la famiglia che sarebbe rientrata per ora di pranzo. Ma, a un certo punto, non ha dato più notizie di sé.

Il ritrovamento è avvenuto dopo un’intera notte di ricerche, supportate anche dall’elicottero dell’Aeronautica Militare, che in volo notturno ha portato in quota le squadre di tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo. Sono stati infatti ispezionati a piedi il Ghiacciaio del Calderone e la zona sottostante al Rifugio Franchetti. L’elicottero dell’Aeronautica è infine rientrato nella base di Pratica di Mare da cui era partito per il trasporto in quota delle squadre e per la ricerca notturna.

Alle ricerche hanno partecipato anche i Vigili del Fuoco e i Carabinieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.