Oggi è una triste ricorrenza, un anno fa due ragazzi con un sogno, forse più grande di loro, abbandonavano la vita terrena. Tom Ballard e Daniele Nardi scomparivano sulla montagna e la via che li aveva stregati: il Nanga Parbat e lo sperone Mummery.

Daniele, nato a Sezze il 24 giugno del 1976, è stato uno dei pochi alpinisti nati sotto il Po a raggiungere l’eccellenza a livello mondiale.

La via perfetta

Daniele aveva già scalato cinque dei 14 ottomila, ma era il Nanga Parbat la montagna che più lo attirava.

Da qualche anno il suo chiodo fisso era lo Sperone Mummery, “La via perfetta” per la vetta del Nanga Parbat versante Diamir, ma l’ultimo tentativo è stato fatale per lui ed il suo compagno Tom Ballard.

Tom Ballard e Daniele Nardi
Tom Ballard, Daniele Nardi

Terminata ogni comunicazione il 25 febbraio, solo il 6 marzo vengono osservati con il teleobiettivo dal campo base, ormai privi di vita.

Di seguito il tweet dell’ambasciatore Italiano in Pakistan Stefano Pontecorvo, che tanto si è speso per Daniele; è stato lui a diffondere l’immagine scattata da Alex Txikon dove si vedono due corpi vicino alla tenda, al centro dello sperone.

Il tweet originale dell'ambasciatore Stefano Pontecorvo
Il tweet di Stefano Pontecorvo, ambasciatore italiano in Pakistan, sulla morte dell’alpinista italiano Daniele Nardi e del suo collega britannico Tom Ballad i cui corpi – annuncia – sono stati individuati sul Narga Parbat, 9 marzo 2019.
Nanga Parbat, versante Diamir
Nanga Parbat 8126 m, versante Diamir – Al centro lo sperone Mummery
La via dello sperone mummery
La via dello sperone Mummery, seguita da Daniele Nardi e Tom Ballard

I ricordi e le iniziative

Numerose le iniziative che si sono succedute nel corso dell’ultimo anno per ricordare la triste ricorrenza, noi di appennino.tv riportiamo semplicemente le sue parole

«Mi piacerebbe essere ricordato come un ragazzo che ha provato a fare una cosa incredibile, impossibile, che non si è arreso e, se non dovessi tornare, il messaggio che arriva a mio figlio sia questo: non fermarti non arrenderti, datti da fare, perché il mondo ha bisogno di persone migliori che facciano sì che la pace sia una realtà e non soltanto un’idea… Vale la pena farlo.»

Daniele Nardi
Siamo in attesa di ricevere conferme sulla loro posizione, si presume che non abbiano segnale per comunicare il cielo é nuvoloso e quindi non si riesce a vedere oltre campo 3.
Lo Staff ” dal sito ufficiale di Daniele Nardi

E’ possibile approfondire la vita di Daniele Nardi nel suo libro “In vetta al mondo. Storia del ragazzo di pianura che sfida i ghiacci eterni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.