«Geniale», parola di Reinhold Messner.

Simone Moro, 48 anni, alpinista bergamasco se non è geniale è sicuramente tenace e grande stratega. Alle 15,37 del Pakistan ha alzato le braccia al cielo sulla vetta del Nanga Parbat (8.125 metri), la «montagna nuda», di certo la più grande del mondo.

Ed è quindi diventato l’uomo ad aver raggiunto d’inverno il maggior numero di Ottomila, quattro.

Aveva cominciato con lo Shisha Pangma nel 2005, poi il Makalu nel 2009 e due anni più tardi il Gasherbrum. Messner: «Ha avuto pazienza e ha chiuso una bellissima salita. L’esperienza lo ha guidato. Il successo è suo». Con lui in vetta uno spagnolo, Alex Txikon ed il pachistano, Alì Sadpara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.