Da venerdì torna la neve sull’Appennino abruzzese, temperature in calo e tempo instabile fino al 2 giugno.

A causa di una bassa pressione sull’Europa Orientale che consentirà a un fronte freddo di arrivare sulla nostra Penisola, le temperature si manterranno al di sotto delle medie del periodo, con piogge e dei temporali a tratti anche intensi. Dalle prime ore della mattinata di venerdì i fenomeni interesseranno in particolare le aree dell’Appennino centrale. Marche, Lazio, Umbria e Molise con il probabile ritorno della neve fin sotto i 2000 metri di quota. Torneranno ad imbiancarsi Campo Imperatore, il Gran Sasso, la Majella, i massicci del Sirente e del Velino, ma anche quelli del Vettore e del Redentore. (comunicato Strada dei Parchi spa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.