Grazie a Versante Sud possiamo offrirvi una recensione della nuova edizione della guida di arrampicate classiche e moderne di Bazzucchi e Brutti.

Sono passati otto anni dalla prima edizione di quella che è diventata una guida alpinistica irrinunciabile per chi si vuole mettere in gioco sulle splendide rocce del Gran Sasso.

Gli scenari trattati nella guida

Chi cerca avventura sui Pilastri di Intermesoli, sulle spalle del Corno Piccolo o sulla parete Est, sul Corno Grande troverà in questo volume un elenco ragionato di vie di ogni difficoltà, dal II classico alle vie più estreme con chiodatura sportiva, passando per vie “trad” da proteggersi con protezioni mobili.

In ogni caso, in questo volume troverete qualcosa alla vostra portata, e sarà descritto con dovizia di particolari e senza sconti.

Le convenzioni

Una parte importante della guida è dedicata alla spiegazione delle convenzioni sulle difficoltà, in particolare quelle ormai universalmente adottate in merito alla proteggibilità di una via, con protezioni tradizionali (R) o sportive (S) ed il relativo grado di rischio, espresso con un numero da 1 a 6. Affiancato a questo indicatore, troviamo quello relativo alla massima difficoltà obbligatoria, indicato tramite la scala francese ed un indicatore di impegno globale, da I a VII.

Un ulteriore indicatore, simpaticamente realizzato tramite un capo di abbigliamento, ci aiuta a comprendere subito se la via è di tipo “plaisir” (camicia a maniche corte sportiva), moderna (t-shirt), classica (camicia e cravatta) o di avventura (softshell).

Insomma, grazie a questa guida almeno il rischio di incappare in qualcosa al di là delle nostre possibilità è scongiurato!

Nella nuova edizione è stata posta particolare attenzione alla documentazione fotografica, rinnovata e dotata di migliori dettagli; ogni via viene indicata in una fotografia, in rapporto con le vicine, così che sia sempre più difficile sbagliare e ritrovarsi su un altro terreno; sono state inoltre aggiunte le realizzazioni più recenti che hanno dignità di divenire nuove classiche.

Guida Gran Sasso Bazzucchi Brutti
Fotografia della seconda spalla del Corno Piccolo, parete Nord

Ogni itinerario è corredato inoltre di schema, relazione sintetica (con dettaglio del materiale in parete e di quello necessario come integrazione) ed eventuali cenni storici.

Guida gran sasso Bazzucchi Brutti
Schema vie parete Nord Seconda Spalla Corno Pic colo

Con la nuova edizione alcune vie hanno avuto una rivalutazione di grado, come ad esempio proprio la classica Aquilotti 74 alla seconda spalla; la fessura iniziale è ora valutata 5b. Possedendo entrambe le edizioni è possibile apprezzarne le variazioni. Anche la Via dei Triestini al Campanile Livia passa da 5a a 5c.

Notizie storiche

La guida contiene inoltre del materiale interessante, frutto della ricerca degli autori e delle fonti citate, sulla storia alpinistica del gruppo e suoi suoi protagonisti, una lettura piacevole e che tutto sommato non appesantisce troppo il volume, che rimane tascabile e comodo da portare nello zaino; è comunque consigliato, prima di partire per la ripetizione di un itinerario, fotocopiare le pagine con le foto, gli schemi e la relazione per averle a portata di mano.

Guida Gran Sasso Bazzucchi Brutti
Bini e Marcheggiani sulla Via del Vecchiaccio

Si ringrazia l’editore Versante Sud che ha reso possibile questa recensione.

Potete acquistare il volume QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.