Da mercoledì 11 novembre l’Abruzzo entrerà in “zona arancione”. Lo ha comunicato oggi pomeriggio il presidente della Regione, Marco Marsilio, dopo aver parlato con il ministro della Salute, Roberto Speranza, che gli ha anticipato l’esito della riunione del Comitato tecnico scientifico.

La “zona arancione” ha restrizioni più rigide rispetto a quella gialla, ma più lievi di quella rossa. 

In particolare, prevede che non si possa uscire o entrare dalla regione se non per motivi di lavoro, salute o emergenza, né ci si può spostare da un comune all’altro. 

Al momento dunque sembra la fine delle escursioni verso Gran Sasso, Majella e Velino da Roma, ma vi rammentiamo il nostro articolo che elenca una serie di possibili mete rimanendo nella regione Lazio, al momento ancora “Gialla”.

Ecco il video ufficiale della Regione Abruzzo con cui vengono descritte le novità legate alla variazione di classificazione:

One thought on “Abruzzo in zona arancione, addio alle montagne per i romani?”

  1. Nelle varie FAQ manca la possibilità di andare per tante persone a curare l’orto , che si trova il piu’ delle volte in un altro comune, è stato già fatto il 13/4 perché nessuno ne parla a NOVEMBRE che è un mese importantissimo,si sta all’aria aperta ,da soli con le verdure e senza possibilita’ di contagiare ed essere contagiati ,aspetto ardentemente notizie grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.