“E’ uscito un nuovo libro sull’alpinismo sarà come tutti gli altri; vabbè, dai, se avanza tempo lo leggo”

Quando hai la libreria piena di libri sulla storia dell’alpinismo un po’ inizi a fare queste riflessioni.

Poi, però, ti ricordi che ci sono libri che vanno oltre la mera descrizione di una salita, il racconto di una bibliografia o l’esaltazione di un’impresa. Libri che solo agli occhi di un lettore disattento possono essere catalogati esclusivamente come libri di storia sportiva, ma che in realtà dalla montagna traggono ispirazione per poter comunicare qualcosa di più profondo e introspettivo. “Ho visto l’Abisso” di Simone Moro (Rizzoli 2020) è senza dubbio uno di questi.

Scritto durante il lockdown, il volume ha come spunto l’abisso più recente (e decisamente non metaforico) del forte himalaysta bergamasco: la caduta nel crepaccio durante la spedizione invernale ai due Gasherbrum nello scorso inverno.

Un abisso fatto di ghiaccio e oscurità da cui Simone Moro è riuscito incolume, grazie anche all’incredibile aiuto che ha ricevuto dalla sua compagna di cordata Tamara Lunger, che viene utilizzato come incipit per raccontare in questo volume i vari “abissi” che la vita di può mettere di fronte.

Un libro riflessivo, quindi, che può essere tranquillamente considerato il gemello della sua precedente opera ” I sogni non sono in discesa “(Rizzoli 2019).

Dal combinato dei due volumi, infatti, il lettore più attento potrà apprendere importanti spunti di riflessione sulla vita quotidiana, capire che se è possibile uscire da un crepaccio su un ghiacciaio in alta quota nel pieno dell’inverno himalayano, allora è anche possibile sfidare le proprie difficoltà quotidiane e quanto sia importante, per usare le parole dell’autore, “amare l’insuccesso [per capire] quanto sia prezios[o] per ripartire più forti.

Ma anche chi, invece, è alla ricerca di una lettura prettamente legata al mondo dell’alpinismo potrà trovare più che gradevole “Ho Visto l’Abisso” poichè la narrativa si sviluppa attorno ad aneddoti legati alle precedenti spedizioni di Moro e al rapporto con alcuni dei suoi compagni di scalata.

Puoi acquistare il libro di Simone Moro su Amazon cliccando qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.