Ne avevamo parlato ieri, era in arrivo uno spazzaneve, fornito dal Consorzio Monte Magnola. Purtroppo oggi abbiamo assistito a questo dramma all’interno del dramma; il carico è stato probabilmente sganciato per motivi di sicurezza del volo, e lo spazzaneve è andato perso, così come una delle possibilità di recuperare i dispersi della Valle Majelama. Secondo testimoni oculari, il vento forte stava facendo oscillare il carico, mettendo a rischio l’elicottero ed il suo equipaggio. Il pilota stesso potrebbe aver azionato le microcariche sul verricello, facendole esplodere e lasciando precipitare il carico.

Ci chiediamo fino a quando le ricerche potranno andare avanti, e se non si stiano correndo rischi troppo grandi. Per fortuna questo incidente non ha provocato nessun ferito.

Il costo di un mezzo del genere può facilmente arrivare a 300.000 Euro; per poterlo trasportare più agevolmente era stato diviso in più parti. Quella caduta era la principale; per evitare sciacallaggi il sindaco di Ovindoli ha emanato una ordinanza restrittiva per la zona.

Lo spazzaneve precipitato

Un secondo video, in circolazione in queste ore, chiarisce con maggiori dettagli quanto avvenuto; si vede il mezzo procedere lentamente, senza particolari intoppi, anche se il rumore ambientale suggerisce un fortissimo vento in quota, e poi ad un certo punto, si vede il carico cominciare ad oscillare, nonostante il pilota tentasse di contrastare l’oscillazione muovendo in maniera contrastante l’elicottero, fino a quando, per motivi di sicurezza, sgancia il carico. Il tutto è durato pochissimi minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.