Siamo andati a Ovindoli Monte Magnola per chiedere al presidente Giancarlo Bartolotti delucidazioni in merito all’incidente avvenuto ieri 30 gennaio 2021 durante il trasporto del gatto delle nevi nella zona dove stanno avvenendo da diversi giorni le ricerche dei 4 dispersi nella valle Majelama.

Buongiorno presidente nel ringraziarla per il tempo che ci sta dedicando Le volevo porgere a nome di tutta la redazione di Appennino.tv i più vivi complimenti per l’altruistico gesto di mettere a disposizione dei soccorritori un vostro gatto delle nevi.

Ieri, nel trasportare il gatto a quota 1800mt, tuttavia, qualcosa è andato storto e il pilota dell’elicottero si è visto costretto a sganciare il mezzo che è precipitato a terra. Può dirci cos’è successo?

Buongiorno a voi. Da subito ci siamo resi disponibili ad aiutare i soccorritori impegnati nelle delicate operazioni di ricerca dei 4 dispersi nella valle Majelama, mettendo a disposizione uno dei nostri gatti battipista. Ieri ( 30 gennaio n.d.r.) i Vigili del Fuoco, in sinergia con la Protezione Civile, avrebbero dovuto predisporre il trasferimento del mezzo nella zona interessata. Abbiamo alleggerito il mezzo, togliendo, tra le altre, la pesante pala d’acciaio e lo abbiamo consegnato, tra qualche perplessità legata alle condizioni del vento, agli operatori incaricati.

Da questo momento hanno provveduto loro a tutta quanta la logistica e, ci tengo a dire, che il percorso individuato dal pilota era stato scelto per evitare qualsiasi centro abitato o strada al fine di evitare pericolosi incidenti. Tuttavia, come documentato dall’ormai noto video, ad una quota di circa 1800mt a pochi minuti di volo dalla zona di deposito, a causa delle correnti di vento il pilota si è visto costretto a sganciare il gatto poichè a causa delle correnti ventose lo stesso aveva iniziato ad oscillare pericolosamente.

Un incidente che rallenterà le ricerche e la mia solidarietà va alle famiglie dei dispersi.

Ci sarà un risarcimento?

La procura aprirà un fascicolo e qualcuno dovrà assumersi le responsabilità di quanto accaduto

Giancarlo Bartolotti – Presidente consorzio Ovindoli Monte Magnola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *