Le ricerche di oggi si stanno concentrando nell’area di Valle Majelama interessata dalle tre valanghe, con l’impiego di 31 uomini del Soccorso Alpino, della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, della Polizia e dell’Esercito.

I soccorritori hanno raggiunto la zona, a quota 1.800 metri, grazie a due elicotteri, uno della Polizia e l’altro dei Carabinieri, decollati dal campo sportivo di Massa D’Alba.

Una squadra composta da 8 soccorritori è invece salita stamattina con gli sci a Valle Genzana, area meno estesa rispetto a quella di Valle Majelama.

Nelle ricerche sono impegnati anche due cani dell’unità cinofila del Soccorso Alpino del Trentino e due sonde Recco manuali. Si ricorda che Recco capta qualsiasi tipo di metallo: chiavi, cellulari, placche di abbigliamento da alpinismo e altre tipologie di metalli, dunque è suscettibile di interferenze, motivo per il quale si invitano i colleghi giornalisti a verificare le notizie con gli uffici stampa degli Enti coinvolti nelle ricerche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.