Da lunedì 26 aprile il Lazio e l’Abruzzo tornano “gialle”. Spostamenti liberi, dunque, e via libera per gli appassionati alle più belle montagne dell’Appennino.

Gli spostamenti sono consentiti con il pass verde covid anche in zona rossa e arancione.

Nuove regole per visite a parenti e amici in zona arancione e gialla a maggio. Tutto o quasi legato al pass vaccinale introdotto dal nuovo decreto, varato dal Consiglio dei ministri.
La certificazione consentirà di spostarsi “da una Regione all’altra anche se si tratta di zone rosse o arancioni”, spiega Palazzo Chigi. I requisiti per ottenere il pass sono:

• l’avvenuta vaccinazione
• la guarigione dall’infezione da Sars-Cov-2
• l’aver effettuato un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo

Come fare il certificato verde?


La certificazione verde Covid-19 è rilasciata in formato cartaceo o digitale, su richiesta dell’interessato, dalla struttura sanitaria che effettua la vaccinazione, dalla struttura di eventuale ricovero del paziente affetto da Covid-19 oppure, per i pazienti che non hanno avuto necessità di ricovero, dai medici di famiglia e pediatri di libera scelta.

La certificazione rilasciata a seguito di un tampone negativo viene rilasciata dalle strutture presso cui si è svolto il test: strutture sanitarie pubbliche, private autorizzate e accreditate, farmacie, medici di medicina generale o pediatri di libera scelta.
Coloro che abbiano già completato il ciclo di vaccinazione e non abbiano ancora ricevuto alcuna forma di certificazione, possono richiederla alla struttura che ha erogato il trattamento sanitario oppure alla Regione Provincia autonoma in cui ha sede la struttura stessa.

Dal primo maggio novità anche per le visite private a parenti e amici


Cambiano le regole per le visite private dal primo maggio fino al 15 giugno. In assenza della zona gialla, consentita una sola visita in due persone -al massimo con 2 minori under 14- in un’altra abitazione privata. A maggio, novità in zona gialla e in zona arancione. In linea di massima, a compiere la visita potranno essere 4 persone, accompagnate eventualmente da 2 minori di 14 anni.

Tale spostamento, in zona gialla, è consentito anche da una regione all’altra inserite nella stessa fascia. Lo spostamento verso una zona arancione o verso una zona rossa, invece, sarà subordinata all’acquisizione del pass verde per la vaccinazione effettuata, per la guarigione attestata o per l’esecuzione di un tampone negativo. In zona arancione, la visita privata a parenti e amici è permessa a 4 persone ma nell’ambito del territorio comunale. Spostamenti più lunghi, anche in questo caso, sono legati all’eventuale disponibilità del pass.

Fonte AdnKronos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.