La circolazione depressionaria atlantica, con la sua parte orientale, farà affluire delle intense correnti da sud, che daranno luogo a del tempo instabile per buona parte del fine settimana, lungo l’appennino centrale.

Sabato, sarà all’insegna della nuvolosità e dei fenomeni a carattere di rovesci anche estesi, soprattutto nelle ore del mattino, su tutti i massicci montuosi in questione. Neve oltre i 1800 m circa. Ventilazione moderata con dei rinforzi da sud ovest e temperature senza variazioni di rilievo (+2/+4°c ad 850 hpa).

Domenica, nubi in arrivo sulle aree poste ad occidente, associate a dei fenomeni, già dal corso della tarda mattinata, in estensione nella seconda parte della giornata verso levante. I fenomeni potranno essere anche forti a tratti sulle aree tra il Terminillo ed i monti Simbruini. Venti da sud ovest tra moderati e forti e temperature in aumento, in lieve diminuzione a seguire verso sera.

Pertanto instabilità con dei fenomeni dietro l’angolo, anche se nevosi solo in alta quota. Oltretutto, prestare attenzione al vento Domenica, che appare forte in quota.

Rubrica a cura di Thomas Di Fiore

Associazione meteorologica aquilana

AQ CAPUTFRIGORIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *