Il Parco Sirente Velino ha approvato il suo primo Piano Antincendio Boschivo, sviluppato per proteggere l’area e le sue specie dalla minaccia degli incendi, grazie all’opera del dottor Mario di Bartolo e del Direttore del Parco, dottor Igino Chiuchiarelli. Il piano fa parte delle iniziative della Protezione civile regionale e punta a garantire sia la pubblica incolumità che la tutela ambientale dei 54mila ettari del parco, che hanno subito 8 incendi negli ultimi 8 anni.

Questo piano si divide in due parti, la prevenzione diretta e indiretta. La prevenzione indiretta include lo studio del territorio per identificare le aree a maggior rischio di incendio, la divulgazione mediante cartelli e opuscoli, e iniziative educative per residenti, visitatori e scuole. La prevenzione diretta comprende interventi selvicolturali per gestire la biomassa e infrastrutturali per il mantenimento della viabilità di servizio, la creazione di viali antincendio e la realizzazione di punti di rifornimento idrico.

Con il raggiungimento della presidenza, Francesco D’Amore ha incoraggiato l’attivazione del piano del parco, incluso il monitoraggio della fauna selvatica e l’elaborazione di strategie per la sicurezza delle aree del parco, culminando con la realizzazione di un piano che prevede la creazione di tre nuovi bacini idrici per il supporto antincendio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *